11 gennaio 2015

ASSOCIAZIONI - Associazioni culturali

 
Inserito da Gruppo Salvaguardia Nucleo Storico di Corteglia il 28 Dicembre 2014 - Castel San Pietro

La chiesina di Corteglia Nella frazione dei "terrieri".

Immagine:La chiesina di corteglia  nella frazione dei

La chiesina di Corteglia non dipende economicamente ed amministrativamente dalla parrocchia di Castel San Pietro ma, fin   dal lontano passato, fu sempre detta "proprietà dei terrieri di Corteglia". Per le questioni spirituali, invece si faceva e si fa  capo al parroco di Castel  San Pietro.

Innanzitutto, va precisato che il termine "terrieri", non equivale a" patrizi". Il nome, secondo la definizione dei vocabolari, sta esattamente a significare : abitanti su una determinata terra. Merita una precisazione il lemma "terrieri", sulla base di documenti di archivio : nel caso di Corteglia, si è sempre voluto specificare "proprietari di beni nella frazione".

La prova è fornita dalle prime donazioni sotto forma di legati da parte dei possidenti ( per esempio gli Albrizzi di Como) e da un'autotassazione,  che escludeva dall'obbligo "i massari e i servi", probabilmente per la loro presenza sul posto spesso transitoria.

Corteglia era anticamente frazione rurale, abitata in prevalenza dai massari e dai garzoni delle famiglie notabili , comasche e luganesi, proprietarie dei fondi ( salvo qualche eccezione).

L'interesse iniziale, ripetuto nei tempi, della famiglia Garovi di Bissone, qui proprietaria di una masseria almeno dal XVI secolo,è sempre stata determinante ed era documentata anche da un'iscrizione, già su una parete dell'oratorio, ormai cancellata.

Da ricordare che i Padri Serviti ebbero sempre un'attenzione particolare per questo luogo di culto. Significativo è il fatto che frate Luca Garovi, del quale si può ammirare un bassorilievo nella chiesa di San Giovanni a Mendrisio ( 1525), fosse proprio un Servita.

Una notevole elasticità, riguardo ai diritti di decisione, è comprovata dai verbali delle assemblee del 1900.

Nel 1908, fra i presenti con diritto di voto, figurano anche i nuovi  proprietari di terreni e di edifici, e nel 1917, perfino massari privi di beni immobili. Da diverse generazioni,soprattutto gli attinenti di Castel San Pietro qui stanziati e molti domiciliati a Corteglia, dimostrano un particolare attaccamento alla chiesetta,

Negli ultimi tempi, ormai radi o indifferenti i discendenti delle pochissime antiche famiglie, è proprio grazie alla generosità dei nuovi arrivati, che si sono assicurate solidità finanziaria all'istituzione e continuità alle celebrazioni della Messa.

Nei nominativi del comitato amministrativo e delle presenze alle assemblee figurano attualmente solo terrieri nel senso letterario.

Ricordando gli insegnamenti di apertura degli ultimi Papi, è ormai tempo di stralciare in modo ufficiale i termini obsoleti "compadroni" e "terrieri", non escludendo dalle decisioni assembleari tutti i domiciliati nella frazione e i benefattori che contribuiscono, in vari modi, a mantenere la validità di questo oratorio.

Giuseppina Ortelli Taroni : L'Informatore 04.10-2002

La chiesetta dedicata a San Nicola da Tolentino è stata ampliata nel 1966, ma le celebrazioni domenicali iniziarono nel 1940. Il prete più influente fu Don Selmoni ( detto "il dominatore") , fino al 1963 parroco di Castel San Pietro.Passava in tutte le famiglie patrizie e chiedeva 600 franchi per la chiesa di proprietà dei terrieri.

C'è un aneddoto curioso da ricordare e riguarda il giardiniere di casa Graffina, un uomo che non era molto assiduo alle funzioni religiose, ma che dispose un lascito di mille franchi per l'orologio sul campanile, in un tempo in cui le ore erano ancora scandite soprattutto dalle campane.

Fonte per scrivere l'articolo : il libro : Samuel Wülser : Finestra su Corteglia 

Eventi in programma Castel San Pietrovedi tutti »

REGISTRATI A
NonSoloTicino.ch
Sei un cittadino?
Registrati subito
Sei un ente o
un'associazione?
Registrati subito
Sei un'attivitÓ commerciale?
Registrati subito

Informazioni

Chi siamo

Contatti / Assistenza

Lavora con noi

Servizi gratuiti al cittadino*

Inserimento video

Eventi

Annunci

Servizi gratuiti per enti no-profit*

Inserimento video

Annunci

Bacheca news/eventi

Minisito

Servizi per attivitÓ commerciali

Inserimento video

Annunci

Bacheca news/eventi

PubblicitÓ

Minisito

(*): necessaria la registrazione, servizi gratuiti per il privato cittadino e per gli enti no-profit.
(*): NonSoloTicino.ch, ringraziando tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione del "calendario eventi", comunica che non si assume alcuna responsabilitÓ per eventuali cambiamenti di programma, date e orari.
Mercurio Servizi Sagl - Tel: +41 91 682 23 07 - Mail: info@nonsoloticino.ch